Sede Regionale
VIA MASSARA 22, 88100 CATANZARO
Sede Regionale
Via Massara 22, 88100 Catanzaro
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di più o negare il consenso Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all’uso di tutti i cookie
Qui Calabria >> Al Via il Progetto GENERAZIONI IN SALUTE, QUESTIONE DI STILI
Al Via il Progetto GENERAZIONI IN SALUTE, QUESTIONE DI STILI
Al via sull’Alto Tirreno cosentino 6 giornate di incontri con Scuole e Centri anziani sulle dipendenze da alcool, droghe, fumo, farmaci, gioco d’azzardo.

Federconsumatori Calabria, a partire da giovedì 14 novembre, avvierà il percorso di prevenzione e informazione denominato “Generazioni in salute”, un Progetto nazionale a carattere itinerante che Federconsumatori svilupperà con le scuole medie ed i centri anziani dell’Alto tirreno cosentino.
Il Progetto “Generazioni in salute, questione di stili di vita”, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, affronterà il tema delle dipendenze da alcool, droghe, fumo, farmaci e gioco d’azzardo. La prima tappa coinvolgerà l’Istituto Comprensivo Statale di Tortora Marco Arrio Clymeno (giovedì 14 ore 14.00), poi l’istituto Comprensivo Statale di Scalea G. Caloprese (sabato 30 ore 9.00), e successivamente i Centri anziani di Tortora (giovedì 21 ore 17.00), Scalea (venerdì 22 ore 16.30), Santa Maria del Cedro- Marcellina (sabato 23 ore 18.30) e Praia a Mare (venerdì 29 ore 16.30).
Nel corso degli incontri di educazione sulle dipendenze, Federconsumatori distribuirà un ricco materiale informativo e si avvarrà di figure specialistiche del territorio che avranno il compito di fornire le conoscenze medico-scientifiche su fenomeni che coinvolgono la popolazione giovanile quanto quella anziana.

Mimma Iannello Presidente di Federconsumatori Calabria:
“Federconsumatori ringrazia i Dirigenti scolastici, i presidenti dei Centri anziani ed i professionisti che hanno aderito al Progetto Generazioni in Salute. Sarà una preziosa occasione per approfondire temi delicati che coinvolgono la popolazione giovanile e adulta. Le dipendenze che tratteremo rappresentano le principali cause di rischio per la salute fisica e psichica di giovani ed over 65, tante volte veri drammi per intere famiglie. Ancor più se si considera che in questi anni si è sensibilmente abbassata l’età media di avvicinamento a droghe, alcool e sostanze psicoattive fra i giovani tra i 15 ed i 19 anni. Sostanze, usate spesso per superare disagi e dinamiche di socializzazione, relazionali, familiari, competitive, psicologiche.
Molti anziani invece ne fanno abuso per superare l’isolamento, la solitudine, altre volte la malattia. Il Progetto di Federconsumatori Generazioni in salute, che si sviluppa nella trasversalità intergenerazionale, si pone l’obiettivo di concorrere a prevenire e contrastare le dipendenze attraverso la conoscenza e la diffusione di modelli socializzanti e partecipati che porterà, ad esempio, le 2 Scuole Medie beneficiarie di specifici contributi, ad animare azioni autonome per moltiplicare l’effetto divulgativo attraverso l’autoformazione/informazione promossa da team di classi e studenti.  Così varrà per i Centri Anziani che potranno continuare a far vivere l’esperienza oltre le giornate di approfondimento con Federconsumatori.

Per Federconsumatori è un progetto utile e delicato. Il territorio del Tirreno, come altre realtà, è investito da fenomeni pervasivi verso cui non si nota la sufficiente azione di contrasto, a partire dal traffico di stupefacenti che ha raggiunto livelli di minaccia sempre più alta e verso cui serve maggiore vigilanza e repressione ma, nel contesto, anche azioni culturali, educative ed informative sulla consapevolezza dei rischi che comporta per chi ne rimane vittima. Così per l’uso dell’alcool e per il fumo. Altrettanto grave è il crescere delle gioco d’azzardo che, nell’Alto Tirreno, registra punte di gioco elevate su cui evidentemente servono azioni mirate delle amministrazioni locali per recepire la nuova normativa regionale di contrasto al gioco d’azzardo. In questa direzione Federconsumatori farà la sua parte per accrescere la cultura preventiva della conoscenza e della legalità.”
Lì 13.11.2019                                                          
                                                                Ufficio Stampa Federconsumatori Calabria