Sede Regionale
VIA MASSARA 22, 88100 CATANZARO
Sede Regionale
Via Massara 22, 88100 Catanzaro
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di più o negare il consenso Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all’uso di tutti i cookie
Qui Calabria >> TRENITALIA CALABRIA CONGELI NORME SANZIONATORIE PER VIAGGIATORI

 
TRENITALIA CALABRIA
In una nota inoltrata alla Direzione Regionale di Trenitalia ed all'Assessore Regionale al Trasporto Pubblico Locale, Federconsumatori Calabria ha sollecitato il congelamento della direttiva di Trenitalia che dal 1° luglio 2016 applica sanzioni pecunarie ( sovrapprezzo di 5 euro al biglietto ordinario) ai viaggiatori di alcune tratte ferroviarie che chiedono, in buona fede e preventivamente, di acquistare il titolo di viaggio in treno.
Per Federconsumato...ri tale misura è coercitiva del diritto del viaggiatore alla corretta informazione, diritto, sancito nella stessa Carta dei Servizi di Trenitalia laddove garantisce la corretta informazione ai cittadini ed a servizi di qualità. Presupposti in molti casi di cui è privo parte del TPL.
Proprio in ottemperanza alla Carta dei Servizi, Federconsumatori ha chiesto a Trenitalia, e quindi anche alla Committenza, che tale norma venga sospesa sino a che non provvederà ad installare in ogni stazione disabilitata e dove in prossimità mancano anche agenzie di viaggio, macchine automatiche per l'acquisto dei biglietti, macchine obliteratrici e chiari cartelli informativi per i viaggiatori ed in ogni lingua.
Non a caso le vittime delle sanzioni sono soprattutto villeggianti e stranieri ignari di ogni informazione in stazione circa le misure sanzionatorie di Trenitalia e spesso applicate dal personale viaggiante anche in forma discrezionale e discriminatoria tra i diversi passeggeri e le diverse nazionalità.
Una strategia questa che, oltre che danneggiare i cittadini, colpisce l'immagine turistica della Regione e vanifica lo sforzo ad innalzare la qualità e la quantità dei servizi di trasporto ferroviario.
Auspichiamo che, per gli interessi comuni e condivisi di migliorare la qualità del servizio a vantaggio dell'utenza, Trenitalia e Regione accolgano prontamente i contenuti del nostro reclamo.